Come affilare una sega circolare

La sega circolare è un elettroutensile che permette di eseguire tagli molto precisi, si utilizza soprattutto per il legno ma può montare lame adatte anche ad altri materiali, dal metallo alla resina. È indispensabile in un contesto professionale ma è ugualmente molto utile anche a livello amatoriale e hobbistico. In base alle caratteristiche si parla di sega circolare a mano o da banco, in ognuna delle due varianti è comunque presente una lama per sega circolare dal profilo dentato e con un diametro variabile.

Per garantire il perfetto funzionamento di questo elettroutensile, e per lavorare con tranquillità e sicurezza, è molto importante effettuare una corretta manutenzione dell’attrezzo: oltre al controllo dei vari componenti e alla lubrificazione, è necessario che la lama venga periodicamente affilata con estrema cura e precisione, per preservarne a lungo l’efficienza. Per questi motivi è molto importante sapere come affilare una sega circolare quando se ne ha la necessità, operazione che andiamo a vedere in questo articolo.

Perché affilare la lama della sega circolare

Utilizzare una sega circolare, soprattutto per gli appassionati del fai da te e dei lavori di falegnameria, è piuttosto facile, tuttavia per ottenere un risultato eccellente occorre, come si è detto, sottoporre la lama ad una periodica manutenzione, e soprattutto provvedere ad affilarla con cura.

In realtà, l’affilatura artigianale della lama di una sega è un’operazione oggi poco praticata, ma per chi utilizza questi attrezzi nei lavori di bricolage, o per chi addirittura si è costruito una sega circolare artigianale, conoscere la tecnica può essere utile e interessante.

Le lame attuali sono comunque molto diverse da quelle utilizzate in passato, che dovevano a durare parecchi anni e venivano affilate anche con una semplice lima. Per tale ragione, nel momento in cui si acquista una sega circolare, o una lama circolare, è importante chiedere al rivenditore se sia possibile eseguire l’affilatura a mano.

Gli attrezzi e le tecniche per l’affilatura della lama circolare

Gli attrezzi per affilare una lama circolare sono pochi: una lima piatta, una pinza da stradatura, una lima triangolare da affilatura e una morsa per bloccare la lama e mantenerla ferma.

Prima di tutto è necessario smontare la lama circolare dalla sega, rimuovendo dadi e bulloni, e verificare che tutti i denti abbiano la stessa altezza utilizzando un calibro. Inoltre, osservando i denti di una lama, è possibile notare che si piegano leggermente in direzioni alternate: questa conformazione, detta stradatura, permette alla lama di effettuare tagli perfettamente lineari.

Per ripristinare la stradatura di una lama circolare, occorre avere a disposizione l’apposita pinza, da utilizzare su ogni singolo dente dopo avere bloccato la lama in una morsa, tra due tavolette di legno: tale operazione deve essere effettuata da entrambi i lati. Per evitare la rottura dei denti è opportuno prestare attenzione nel rispettare la direzione originale della stradatura.

Dopo avere ritrovata la corretta stradatura dei denti, occorre passarli uno ad uno con la lima per riequilibrarne anche la forma e l’altezza. Al termine di questa operazione, i denti della lama, se osservati di profilo, devono presentarsi di nuovo regolari, della stessa altezza, della stessa forma e con una stradatura regolare, esattamente come era la lama in origine.

Una volta riallineati i denti e recuperata la stradatura, è possibile procedere con l’affilatura vera e propria, utilizzando una lima triangolare. La lama deve essere fissata alla morsa in maniera tale che rimanga ben ferma, l’angolo della lima, che in genere è di 60°, deve coincidere con l’angolatura dei denti della sega.

Per affilare le lame più grandi si utilizza una lima triangolare o piatta in base alla forma e alle dimensioni, durante l’operazione la lima deve essere mossa verso una sola direzione, seguendo il senso del filo originale.

Tutto questo lavoro può comunque essere velocizzato ricorrendo ad un piccolo apparecchio elettrico, facilmente reperibile in commercio, che permette di affilare rapidamente la lama di una sega circolare.

Altre importanti operazioni di manutenzione di una sega circolare

La manutenzione di una sega circolare non si limita comunque all’affilatura e stradatura della lama. Dopo ogni utilizzo è molto importante ripulire perfettamente l’utensile da polvere, trucioli e segatura, utilizzando un pennello, un aspirapolvere e un getto d’aria compressa (anche una bomboletta va benissimo). Prima di soffiare l’aria compressa è necessario rimuovere i trucioli e i detriti più grossi, per evitare che si incastrino.

Dopo la pulizia, si può procedere con la lubrificazione di ogni parte, sia dei componenti mobili, quali possono essere il carrello di scorrimento della sega e la leva che consente di abbassare o alzare la lama, sia di tutte le parti interne. Si consiglia inoltre di rimuovere la lama, pulirla con cura e controllare la presenza di eventuali denti danneggiati e di verificare attentamente anche l’integrità del cavo di alimentazione.

Lascia un commento